AZIENDA AGRICOLA RIARIO SFORZA s.s.


Vai ai contenuti

Chi siamo - Copia


Dal matrimonio tra Giovanni Battista e Giulia nacque Nicola (7° Duca Riario Sforza, 11° Marchese di Corleto e 11° Barone di Montepeloso dal 1871 e Patrizio Napoletano, titoli confermati con Decreto Ministeriale del 6-3-1889; 8° Principe di Ardore, 11° Marchese di Corleto, 14° Marchese di Polistena, Nobile con il predicato di Plaisano, Galatro, San Nicola, Melicucco e Bombile dal per successione materna, confermati con Decreto Ministeriale del 15/16-2-1913. Cfr. Nobili Napoletani
Il 24 ottobre 1901, Nicola sposa a Imbersago donna
Carolina Falcò y Trivulzio, figlia di don Antonio Falcò y d’Adda Principe Pio, 14° Marchese di Castel Rodrigo e Grande di Spagna di prima classe e di Donna Evelina Trivulzio dei Marchesi di Sesto Ulteriano.

Nicola Riario Sforza
(* Napoli 26-3-1866 + ivi 3-9-1940)

Carolina Falcò
(* Milano 27-11-1875 + Roma 10-1-1953)

   


Dalla loro unione nacquero Giovanni Battista e Don Antonio da Padova.

Giovanni Battista
(*Napoli 24-11-1902 + Roma 2-4-1965)

Antonio da Padova
(*Napoli 22-12-1903 + ivi 16-5-1956)

   


Don Antonio da Padova (Patrizio Napoletano, Nobile con i predicati di Plaisano, Galatro, Melicucco, San Nicola e Bombile; Cavaliere d'Onore e Devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta, Balì Gran Croce dell'Ordine Costantiniano di San Giorgio), si sposa a Roma con la Nobile Minervina Eleonora Manassei di Collestatte, figlia del Conte Paolo e di Eleanora Lyle dei Baronetti Lyle.

Mentre don Giovanni Battista, primogenito di Nicola (8° Duca Riario Sforza, 9° Principe di Ardore, Duca di San Pietro, 15° Marchese di Polistena, 12° Marchese di Corleto e 12° Barone di Montepeloso dal 1940, Patrizio Napoletano, Nobile con il predicato di Plaisano, Galatro, San Nicola, Melicucco e Bombile), sposa a Roma l’8-6-1932 la Nobile Donna Gabriella Manzi-Fè, figlia del Nobile Don Alberto e della Nobildonna Evelina Frigerio.

Dal loro matrimonio nascono due figli: Nicola e Alberto.

Nicola Riario Sforza
(*Trieste 28-12-1934 + Roma 10-10-1995)

Alberto Riario Sforza
(*Castel Gandolfo 9-8-1937 + Roma 18-10-2008)

   



Nel 1967, il duca Nicola, attratto dalla terra di Calabria, decise di trasferirsi definitivamente da Roma a Polistena, nell'antico palazzo dei Milano costruito dopo il terremoto del 1783 e, coadiuvato dalla seconda moglie Gun Vivian Niklasson, e dall'affidabile consulente agrario Giuseppe Mallamace, intraprese un'innovativa trasformazione aziendale, rinnovando piantagioni, introducendo nuove colture (es. i Kiwi, il girasole, ecc) e differenziandole, in modo da tamponare, in caso di avversità le eventuali perdite di una piantagione con il ricavo delle altre.
Questo capillare lavoro di risananmento, accolto di buon grado anche dal fratello Alberto, costituisce la base dell'attuale
Società Agricola Riario Sforza ss. gestita oggi dalla vedova di Nicola, Gun Vivian Niklasson (amministratore dell'Azienda) , dalla figlia Domitilla, dalla vedova di Alberto, Enrica Da Pozzo, e dal figlio Alessandro Riario Sforza (coamministratore dell'Azienda).

Gun Vivian Niklasson
(*Amal -Svezia - 8-5-1944)

Domitilla Riario Sforza
(* Roma 7-2-1957)

Enrica Da Pozzo
(*La Spezia - 26-7-1947)

Alessandro Riario Sforza
(* Napoli 13-5-1976)

   

Il Palazzo sede della Società

Agricola "Riario Sforza" s.s.


Home | Chi siamo | Produzione | Gallery | Servizi | Contatti | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu